I nodi Attività

<< Fare clic per visualizzazione il sommario >>

Percorso:  Jamio Composer > Modellare un processo >

I nodi Attività

Le attività rappresentano tutte le azioni effettuate nel corso dell’esecuzione di un processo. Il simbolo generico è rappresentato da un rettangolo con gli angoli arrotondati. Esso può assumere sembianze differenti in base alla specializzazione dell’attività che si vuole svolgere, raffigurata attraverso un’icona posta nell’angolo in alto a sinistra del simbolo rettangolare.

Jamio consente l’utilizzo di quattro tipi di attività differenti:

Regola di business: viene utilizzata per effettuare validazioni o trasformazioni del flusso di dati;

Attività utente: viene utilizzata per predisporre un ambiente interattivo di immissione e consultazione dati;

Service: viene utilizzata per l’invocazione di un servizio interno o esterno alla piattaforma;

Call activity: viene utilizzata per invocare un sottoprocesso all’interno del flusso di processo principale.

Per la definizione delle attività è possibile distinguere alcune proprietà di carattere generale presenti per tutte le tipologie contemplate; ed alcune proprietà specifiche per ciascun tipo.

 

Immagine35

Tipologie di nodi attività

 

Pannello Proprieta’

Le proprietà comuni sono allocate nel pannello Proprietà, suddivise nei gruppi Generali, Esecuzione e Definizioni.

 

clip0038

Pannello Proprietà

 

 

Gruppo Generali

Nome: nome dell’attività, può essere impostato tramite il valore della proprietà Name di Attività ed è di tipo testo breve.

Descrizione (eventuale): descrizione dell’attività, può essere impostata tramite il valore della proprietà Description di Attività ed è di tipo testo lungo.

 

Gruppo Esecuzione

Per ognuna delle tipologie di attività, è possibile impostare tramite il gruppo Esecuzione la Cardinalità dell’attività: essa, se diversa da Singola, permette di iterare l’attività.

 

Proprietà modalità esecuzione

Proprietà modalità esecuzione

 

Cardinalità: la cardinalità può essere di tipo Singola, Multipla (Ciclo standard) e Multipla (Ciclo multi-istanza); selezionando uno dei tipi multipli si configurano i corrispettivi parametri.

Multipla (Ciclo Standard);

 

Proprietà modalità esecuzione cardinalità multipla (Ciclo standard)

Proprietà modalità esecuzione cardinalità multipla (Ciclo standard)

 

oCondizione: obbligatoria; Regola che determina l'esecuzione del ciclo: fino a quando la condizione risulta verificata, il ciclo continua. La condizione è funzione del contesto di attività.

oVerifica condizione: Indicazione temporale di quando verificare la condizione che determina l'esecuzione del ciclo. Selezionando l'opzione "prima dell'interazione" la condizione sarà verificata prima dell'esecuzione dell'istanza n-esima; se la condizione è verificata sarà eseguita un'istanza dell'attività altrimenti no. Selezionando l'opzione "dopo l'iterazione" la condizione sarà verificata dopo l'esecuzione dell'istanza; se la condizione è verificata sarà eseguita un'altra istanza dell'attività da ripetere altrimenti no.

oNumero massimo iterazioni: Indicazione opzionale che specifica il numero massimo di iterazioni da effettuar. Il numero massimo di interazioni è funzione del contesto del processo. Tutte le istanze dell'attività operano sugli stessi dati in input/output ovvero l'istanza di attività successiva utilizza in input/output i parametri modificati dall'istanza di attività precedente.

 

Multipla (Ciclo multi-istanza);

Proprietà modalità esecuzione cardinalità multipla (Ciclo multi-istanza)

Proprietà modalità esecuzione cardinalità multipla (Ciclo multi-istanza)

 

oModalità esecuzione: la modalità di esecuzione di una multi-istanza può essere Sequenziale, ovvero il processo continuerà in sequenza, oppure il processo si divide e si sviluppa in Parallelo. Nell’esecuzione sequenziale l’istanza di attività successiva vede i parametri di input/output modificati dall’istanza di attività precedente; mentre nell’esecuzione parallela ogni istanza di attività opera su una propria copia dei parametri di input/output.

oNumero istanze: è un’indicazione obbligatoria; espressione che indica il numero di attività da istanziare. Essa è funzione del contesto di processo.

oInterrompi se: è un’espressione opzionale in base alla quale si decide l’interruzione dell’attività prima dell’esecuzione di tutti task previsti, con il conseguente annullamento delle restanti istanze ancora attive; l’espressione è funzione del contesto di attività.

 

Gruppo Definizioni

Variabili: dati temporanei, validi per il periodo di esecuzione dell’attività, destinati a memorizzare valori suscettibili a modifica durante l’esecuzione del processo; la definizione di queste variabili è libera. Anch’esse possono essere create manualmente o con creazione automatica specificando il modello da cui ereditare il contesto informativo.

 

Pannello Input/Output

Gruppo Input

Il pannello di input permette di assegnare le variabili che l’attività si aspetta in ingresso attraverso un editor di assegnazioni nel quale sono espresse delle regole nella forma:

 

soggetto = espressione

 

I contesti disponibili nel Jamio Notation Editor nel pannello input sono:

per i soggetti delle assegnazioni di ingresso il contesto di Attività (Input) ovvero #activityInput;

per gli oggetti delle assegnazioni di ingresso il contesto di Processo (Variabili) ovvero #processVariables e il contesto Processo (input) ovvero #processInput;

Si può anche invocare la creazione automatica delle regole di assegnazione.

Alcuni nodi di attività (ad esempio l’attività utente), oltre l’editor avanzato delle assegnazioni di input, presentano una sezione semplificata dedicata alle assegnazioni delle variabili di input.

 

Gruppo Output

Il pannello di output permette di assegnare al contesto di processo le variabili di output che l’attività restituisce attraverso un editor di assegnazioni nel quale sono espresse delle regole nella forma:

 

soggetto = espressione

 

I contesti disponibili nel Jamio Notation Editor nel pannello output sono:

per i soggetti delle assegnazioni di uscita il contesto di Processo (Variabili) ovvero #processVariables e il contesto di Processo (Output) ovvero #processOutput;

per gli  oggetti delle assegnazioni di outpu il contesto di Attività (Output) ovvero #activityOutput.

Si può anche invocare la creazione automatica delle regole di assegnazione.