Le regole complesse

<< Fare clic per visualizzazione il sommario >>

Percorso:  Jamio Composer > Le business rules >

Le regole complesse

Nella definizione delle regole di business si possono distinguere Regole Semplici, costituite da un fatto; Regole Binarie, basate su una struttura di tipo Quando-Allora (if-then), costituite da una premessa, che, se verificata, rende applicabile un set di fatti; Regole Ternarie, basate sulla struttura Quando-Allora-Altrimenti (if-then-else), costituite da una premessa e da due set di regole: se la condizione è verificata allora deve essere applicato il primo set di regole, in caso contrario il secondo.

Definita una regola condizionale, binaria o ternaria, la sua risoluzione è il passaggio da un numero finito di premesse, e cioè di condizioni per determinare un certo risultato, ad un numero finito di  conclusioni, cioè di esiti da applicare.

Per definire una regola condizionale, di tipo binario o ternario, puntando su Quando, la prima scelta da operare è il predicato della premessa:

tutte le seguenti affermazioni sono vere;

una delle seguenti affermazioni è vera;

nessuna delle seguenti affermazioni è vera.

Selezionando, ad esempio, il primo predicato dell’elenco, le condizioni inserite sotto il Quando dovranno essere verificate tutte contemporaneamente come vere per applicare il set di regole inserite sotto Allora (o Altrimenti). Nel caso del secondo e terzo predicato, invece, si dovrà rispettivamente verificare che solo una delle condizioni sia verificata (cominciando sempre dalla prima premessa inserita), o che nessuna delle premesse sia verificata.

Inoltre per l’inserimento delle premesse, si può scegliere di definire una Condizione generica, oppure una Condizione strutturata: nel primo caso viene attivato l’editor delle Espressioni per inserire in modalità completamente destrutturata delle rule; nel secondo caso si attiva una compilazione guidata che suggerisce i dati che si possono coinvolgere nella definizione del soggetto e dell’oggetto, e che elenca i predicati filtrati per tipo di soggetto selezionato. Selezionando la seconda modalità ogni condizione rappresenta una regola di Validazione che coinvolge nella scelta del soggetto anche il contesto utente ed organizzativo.

L’introduzione del set di regole sotto Allora e Altrimenti, altro non è che un sequenza di regole che possono essere indifferentemente di tipo Assegnazione, Asserzione, Validazione, Quando-Allora e Quando-Allora-Altrimenti.