12. Raffinare il layout

45 visualizzazioni 0 26 gennaio 2017

I controlli di un Layout possono essere creati, modificati e disposti nell’ordine preferito. Se ad esempio vi dovessero essere dei controlli quali ‘DataInizio’ e ‘DataFine’ potrete disporli in modo che essi siano affiancati. I passaggi da seguire nel raffinamento di un Layout, generalmente sono: inserire un controllo e la tipologia del controllo desiderato (qualora l’autocomposizione del Layout non lo abbia già fatto); rinominare il controllo e posizionarlo dove più lo si ritiene opportuno; selezionare il controllo e definire quale sia la sua ‘Origine dati’; modificare le dimensioni e le proprietà grafiche, raffinare inserendo ad esempio degli spazi.

  • Apri il Layout del modello ‘NotaSpese’ precedentemente autocomposto ;
  • Elimina il controllo ‘Name’ (che compare sempre di default) in quanto coinciderà con il richiedente. Per farlo seleziona il controllo ‘Name’ e scegli ‘Rimuovi’ dal menù in alto.
  • Seleziona il controllo ‘Richiedente’ di tipologia ‘Reference’ e posizionalo in alto tramite il drag&drop.
  • Posiziona i controlli ‘Motivazione’, ‘DettaglioMotivazione’ e ‘Data’ sotto al controllo ‘Richiedente’ in questo ordine.
  • Seleziona il controllo ‘Motivazione’, clicca sulla voce di menù ‘Cambia’ e scegli ‘Combo box’;
  • Rinomina l’etichetta ‘DettaglioMotivazione’ con il testo ‘Specificare’, così sarà più semplice per gli utenti compilare il campo. Per rinominare fai doppio click sull’etichetta.
  • A fianco al controllo ‘Data’ posiziona ‘Importo’ e rinominalo ‘Importo totale’; posiziona ‘Elenco Spese’ subito dopo, in questo modo avrai una visione chiara delle spese sostenute e in alto la somma di esse.

Ad ogni modello è possibile associare più di un ‘Layout’, ed a ciascuno di essi è possibile associare un’etichetta (tag): per esempio un ‘Layout’ etichettato con phone oppure tablet sarà visualizzato quando la form viene richiesta da un dispositivo mobile. In questo modo è possibile ottimizzare il disegno per dispositivi in cui vi è un livello di interazione limitato per motivi di spazio.

  • Con le stesse modalità utilizzare per il layout del modello ‘NotaSpese’, definisci il layout del modello ‘Collaboratore’ . Nel modello collaboratore il campo ‘Indirizzo’ è di tipo dato strutturato. Nella composizione automatica del layout saranno creati tanti controlli quanti i campi previsti nel dato strutturato. L’etichetta di questi campi riporterà il riferimento al nome del campo di tipo dato strutturato ad esempio ‘CAP di Indirizzo’.
Layout raffinato manualmenteLayout raffinato manualmente
 indietro
 avanti

La tua opinione è importante per noi
Questa pagina è stata utile?


WordPress Image Lightbox